lunedì 6 novembre 2017

Sant'Agostino

Nella preghiera avviene la conversione del cuore verso Colui che è sempre pronto a dare se noi siamo in grado di ricevere. Nella conversione poi avviene la purificazione dell'occhio interiore, quando si escludono le cose che si bramavano temporalmente, e ciò affinché la pupilla del cuore possa sopportare la luce semplice che risplende senza tramonto o mutazione; e non solo sopportarla ma anche abitare in essa; e abitarvi non solo senza fastidio ma anche con ineffabile gaudio, nel quale consiste la vita veramente e genuinamente beata.

Dio vuole che il suo dono diventi nostra conquista.

Non uscire da te stesso, rientra in te: nell'intimo dell'uomo risiede la verità.

Percorri l'uomo per raggiungere Dio.

Se infatti sbaglio, esisto.


Nessun commento: