giovedì 9 novembre 2017

Il gigante egoista (Oscar Wilde)

...

"Chi ha osato ferirti?".
Sulle palme delle mani del bambino c'erano i segni di due chiodi, e i segni di due chiodi erano anche sui suoi piedini.
"Chi ha osato ferirti? - gridò il Gigante. - Dimmelo affinché io possa prendere la mia grande spada e ucciderlo".
"No! - rispose il bambino. - Queste sono le ferite dell'Amore".
"Chi sei tu?" domandò il Gigante, mentre uno strano timore lo prendeva, e si inginocchiò davanti al bambinetto.
Il bambino sorrise al Gigante e gli disse:
"Tu una volta mi hai permesso di giocare nel tuo giardino, oggi verrai con me nel mio giardino, che è il Paradiso".
E quando i bambini, quel pomeriggio, vennero a giocare trovarono il Gigante che giaceva morto sotto l'albero, tutto coperto di fiori bianchi.


Nessun commento: