sabato 21 ottobre 2017

Leggere


Un libro sogna. Il libro è l’unico oggetto inanimato che possa avere sogni.
(Ennio Flaviano)

forse il libro si mette a sognare il suo lettore...

Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi.
(Franz Kafka)

Tutti i libri sono raccolte di geroglifici, collezioni di caratteri sacri e assemblaggi di icone e di emblemi che compongono una cifra dalla combinazione inestricabile, che ogni lettore a sua volta tenta di ricomporre secondo la chiave di un codice diverso e di una mitologia reinventata.
(Jean-Luc Nancy)

C’è chi passa la vita a leggere senza mai riuscire ad andare al di là della lettura, restano appiccicati alla pagina, non percepiscono che le parole sono soltanto delle pietre messe di traverso nella corrente di una fiume, sono lì solo per farci arrivare all’altra sponda, quella che conta è l’altra sponda.
(José Saramago)

Pochi libri cambiano una vita. Quando la cambiano è per sempre, si aprono porte che non si immaginavano, si entra e non si torna più indietro.
(Christian Bobin)

per me i LIBRI sono questi: 

LO HOBBIT, L'IDIOTA, I MISERABILI, PINOCCHIO,

TOBIA LOLNESS, IL PICCOLO PRINCIPE, 

IL BARONE RAMPANTE, L'ISOLA DEL TESORO, 

QUALCUNO CON CUI CORRERE, TERRA!, 

IL MISTERO DEL LONDON EYE, DON QUIJOTE





Se vogliamo conoscere il senso dell’esistenza, dobbiamo aprire un libro: là in fondo, nell’angolo più oscuro del capitolo, c’è una frase scritta apposta per noi.
(Pietro Citati)

“Medicina per l’anima”.
(Iscrizione sopra la porta della Biblioteca di Tebe)

Ogni volta che si legge un buon libro, in qualche parte del mondo, una porta si apre per lasciare entrare più luce.
(Vera Nazarena)

I libri ci conducono nelle loro anime e ci aprono di fronte a noi i nostri segreti.
(William Hazlitt)

Un libro deve frugare nelle ferite, anzi deve provocarle. Un libro deve essere un pericolo.
(E.M. Cioran)

Il solo modo serio di leggere è rileggere.
(Anonimo)

Appartengono alla letteratura tutti i libri che si possono leggere due volte.
(Nicolás Gómez Dávila)

I libri sono i compassi e cannocchiali e sestanti e mappe che altri uomini hanno preparato per aiutarci a navigare nei pericolosi mari della vita umana.
(Jesse Lee Bennett)

Il libro essenziale, il solo libro vero, un grande scrittore non deve, nel senso corrente, inventarlo, poiché esiste già in ciascuno di noi, ma tradurlo. Il dovere e il compito di uno scrittore sono quelli di un traduttore.
(Marcel Proust)

Voglio trasformarmi in un libro, sentire la mia pelle tutta picchiettata dai caratteri di stampa: un’orticaria di segni. Rivivrò il tempo degli esami quando scrivevamo sui polpastrelli la formula per trovare la circonferenza.
(Valentino Bompiani)


Nessun commento: